I valori

TU SEI UNICO

Al centro della proposta della scuola vi è il riconoscimento dell’unicità della persona. Il percorso educativo è volto a fare emergere l’irripetibilità di ciascuno, valorizzandone i talenti e promuovendone la crescita in tutti i suoi aspetti.

IL DOCENTE COME PRESENZA CHE ACCOMPAGNA

Pur consapevoli della precarietà in cui siamo avvolti, ci affidiamo alla certezza che per far crescere una persona dobbiamo prendercene cura, accompagnarla, accettarne le incertezze e anche gli errori, testimoniarle la nostra preoccupazione e il nostro interesse.

SCOPERTA DEL SIGNIFICATO DELLE COSE

L’umanità del maestro consiste  nell’offrire a ciascun ragazzo, attraverso l’incontro con le discipline,   un’esperienza di senso nello studio come apertura alla totalità del reale a partire dal particolare didattico.

IL VALORE
DELL’ESPERIENZA

L’esperienza è la condizione per crescere ed imparare. Il ragazzo scopre il significato delle cose e acquista consapevolezza di sè In rapporto diretto con la realtà che coinvolge tutta la persona, mente e cuore, intelligenza e affetto. Gli esperimenti,  le uscite didattiche i momenti di convivenza costituiscono un’ulteriore  possibilità di educare allo stupore in un clima di amicizia e cordialità tra i ragazzi e tra ragazzi e adulti.

CORRESPONSABILITÀ EDUCATIVA

Nell’educazione c’è una dimensione comunitaria ineliminabile: “Per crescere un bambino ci vuole un villaggio”. Il soggetto della comunicazione è l’unità culturale di adulti, docenti e genitori, capaci di stabilire relazioni virtuose sul territorio, condividendo l’impegno educativo e lo sguardo sul ragazzo.

CAPACITÀ
CRITICA

Attraverso il dialogo educativo, lo studente va al cuore della didattica e durante l’ora di lezione intravede come stanno le cose, arricchisce il suo pensiero e stabilisce nessi, paragonando le informazioni con le domande costitutive del suo essere.

CULTURA DELLA POSITIVITÀ E DELLA CERTEZZA

La crisi attuale è un’occasione per interrogarci sulla natura dell’uomo e per offrire un contributo che risponda veramente al disagio dello svuotamento dell’io prodotto dai ‘maestri del sospetto ‘. Simpatia, positività e ottimismo non sono figli di ingenuità, ma di uno “sguardo sottile” verso se stessi e il mondo.

APERTURA
ALL’ESPERIENZA

Gli esperimenti,  le uscite didattiche e i momenti di convivenza costituiscono una possibilità di educare allo stupore in un clima di amicizia e cordialità tra i ragazzi e tra ragazzi e adulti.

CONSAPEVOLEZZA
E LIBERTÀ

Nel loro percorso di crescita i ragazzi sono aiutati a osservare e  ad accettare se stessi, valorizzando capacità e risorse così da  scoprire la propria vocazione, “qualcosa a cui ci si sente chiamati, qualcosa per cui si è fatti” (Papa Francesco).